Regolamento piscina

 

FIORENZUOLA PATRIMONIO SRL 

REGOLAMENTO GENERALE E NORME COMPORTAMENTO

 

Art. 1 Le persone che frequentano la piscina devono prendere visione del presente regolamento e, comunque, non possono invocarne l’ignoranza

 

Art. 2 Il personale di servizio è autorizzato ad intervenire per far osservare il presente regolamento e può espellere eventuali trasgressori

 

Art. 3 La piscina apre e rimane aperta negli orari indicati nei calendari posti presso la reception; tuttavia gli orari potranno subire stagionali o occasionali variazioni a discrezione della direzione che verranno comunicate sui fogli informativi all’ingresso. L'accesso può essere sospeso temporaneamente per motivi tecnici, di sicurezza, di manutenzione e cause atmosferiche.

Il pubblico dovrà attenersi agli orari di apertura e chiusura della piscina che sono stabiliti in modo insindacabile dalla Direzione.

 

Art. 4 L’accesso all’impianto è subordinato al pagamento della tariffa di ingresso ed all’accettazione del presente Regolamento. Ciascun titolo di accesso ha validità determinata e comunque indicata sullo stesso. Gli abbonamenti sono personali e non cedibili e devono essere utilizzati ad ogni ingresso. Il biglietto di ingresso, o il contrassegno dell’abbonamento, dovrà essere esibito a richiesta degli incaricati del controllo.

 

Art. 5 E’ VIETATO alle società,  associazioni o enti organizzare qualsiasi tipo di attività diversa  dall’agonismo.

Gli utenti di società, associazioni o enti che usufruiscono dei servizi a seguito di apposita convenzione potranno accedere solo nell'ambito degli orari e spazi pattuiti.

 

Art. 6 I minori di anni 12 debbono essere accompagnati dal genitore o da persona maggiorenne affidataria. La società Fiorenzuola Sport non svolge alcuna attività di effettiva custodia o vigilanza dei minori presenti all’interno dell’impianto natatorio se non entro i limiti previsti dall’art. 14 del D.M. 18.3.1996.

 

Art. 7 E' vietato l'ingresso agli impianti nelle seguenti condizioni:

  • alle persone che si trovino in stato di alterazione psicofisica per l'assunzione di bevande alcoliche o sostanze stupefacenti o altri prodotti in grado di alterare le condizioni psichiche

  • alle persone che siano già state allontanate più volte per il mancato rispetto del presente regolamento

  • alle persone affette da verruche, malattie della pelle, malattie infettive o comunque trasmissibili, lesioni, ferite o infermità che siano incompatibili con l'uso della piscina

  • alle persone in evidente stato di sporcizia corporea e vestiaria che denuncino visivamente od olfattivamente condizioni igieniche non compatibili con l'suo delle strutture natatorie

  • alle persone che non rispettino i punti precedenti

 

Art. 8 L’unica società autorizzata a promuovere ed effettuare attività ludica (Acquagym, Idrobike, ecc.) e didattica (corsi di nuoto, ecc.), in modo diretto o indiretto, è Fiorenzuola Patrimonio srl. E’ vietato impartire o ricevere lezioni private di nuoto nelle ore e nei settori riservati al pubblico e/o negli spazi acqua riservati alle associazioni.

 

Art. 9 E’ vietato fumare e non è possibile, sul piano vasca e negli spogliatoi, consumare cibi o bevande

 

Art. 10 E’ vietato circolare o sostare nelle piscine e nei locali annessi senza costume da bagno. I costumi da indossare per l’accesso alle piscine devono essere adeguati all’igiene, alla morale e rispondenti alle disposizioni di P.S.

 

Art. 11 Si consiglia di lasciar trascorrere un intervallo di almeno 3 ore fra l'ultimo pasto consumato ed il bagno.

 

Art. 12 E’ obbligatorio l’utilizzo di idonea cuffia (solo in vasca convertibile) e fare la doccia prima di entrare in piscina.

 

Art. 13 E’ vietato entrare nell’ambiente della piscina con scarpe da passeggio o da ginnastica. Vanno indossate  obbligatoriamente le ciabatte o scarpette in gomma o zoccoli. E’ ammesso l'accesso, solo nei casi previsti o strettamente necessari, mediante l'utilizzo di appositi copriscarpe.

 

Art. 14 Il personale di servizio può allontanare chi disturba con comportamenti o atteggiamenti inadeguati. Questi bagnanti non avranno diritto al rimborso del biglietto d’ingresso.

 

Art. 15 Nell’intero impianto, zona coperta e zona scoperta, è vietato:

  • fumare in tutti gli ambienti e nelle zone esterne di pertinenza;

  • giocare a palla dentro l’acqua e sul piano vasca;

  • sdraiarsi a prendere il sole sul piano vasca o portare sul piano vasca il lettino o sedie ad esclusione di quelle destinate al personale di servizio;

  • consumare cibi o bevande sul piano vasca e negli spogliatoi;

  • correre e rincorrersi;

  • introdurre cani e altri animali;

  • introdurre oggetti in vetro macchine fotografiche o cinematografiche, fotografare o filmare l’interno dell’impianto e le persone presenti nell'impianto senza preventiva autorizzazione da parte della Direzione;

  • fare uso di radioline, impianti sonori e simili in modo da recare disturbo;

  • versare nella vasca qualsiasi oggetto, cose e liquidi; è fatto obbligo in tutto l’impianto di servirsi degli appositi cestini per rifiuti;

  • usare in piscina saponi, creme, medicamenti e ogni altra sostanza che possa alterare la composizione chimica dell'acqua della vasca

  • assumere comportamenti che possano arrecare pericolo, danno o disturbo a sé e agli altri;

  • effettuare immersioni in apnea.

 

Art. 16 I bagnanti debbono svestirsi e rivestirsi negli spogliatoi relativi al loro sesso che debbono essere lasciati liberi da oggetti o indumenti personali che andranno depositati negli appositi armadietti, chiusi e liberati immediatamente dopo il turno fruito. E’ vietato occupare più di un armadietto per utente. Qualora un adulto dovesse accompagnare nei locali spogliatoi un bambino, l’adulto avrà accesso solamente nei locali a lui consentiti (esempio adulto donna, spogliatoi femminili, anche se accompagna un bambino di sesso maschile). Si consiglia di permettere a bambini sufficientemente autonomi di utilizzare, da soli, gli spogliatoi riservati al loro sesso. E’ severamente vietato fare la doccia e muoversi negli spogliatoi senza costume.

 

Art. 17 La direzione non è responsabile di furti o smarrimenti di oggetti lasciati incustoditi all’interno della struttura.

 

Art. 18 La direzione non risponde in alcun modo degli eventuali incidenti, infortuni, o altro, che possano accadere ai bagnanti per comportamenti loro imputabili, soprattutto se in violazione del presente regolamento

 

Art. 19 In acqua gli utenti dovranno occupare gli spazi destinati alle attività di proprio interesse e non riservate ad altre attività; dovranno altresì nuotare nelle corsie in senso antiorario e comunque in modo tale da non creare intralcio alla attività natatoria. In caso di elevato affollamento gli Assistenti Bagnanti hanno la facoltà di distribuire gli utenti nelle varie corsie secondo il livello di abilità.

 

Art. 20 Gli utenti debbono avere il massimo rispetto degli impianti e delle attrezzature. Ogni danno, anche se involontario dovrà essere risarcito alla direzione

 

Art. 21 I bagnanti non possono occupare gli spazi acqua riservati corsi di nuoto regolarmente autorizzati da F.P.. Altresì, gli atleti e i corsisti ed i tesserati delle società con regolare convenzione non possono occupare gli spazi acqua riservati al nuoto libero o ad altri soggetti autorizzati.

 

Art. 22 Al piano vasca si accede attraverso gli appositi passaggi lava piedi e docce che garantiscono la pulizia del bagnante.

 

Art. 23 Per bambini di età inferiore ai 3 anni, nonché per gli utenti fisiologicamente incontinenti è obbligatorio l’utilizzo di appositi costumi contenitivi

 

Art. 24 In vasca è ammesso l’uso di supporti didattici specifici per l’apprendimento e l’allenamento, solo sotto il diretto controllo degli istruttori. Nell’orario riservato alla libera balneazione tali oggetti potranno essere ammessi solamente se non costituiscono un rischio per altri utenti. Non è comunque consentito introdurre in vasca canotti, salvagenti, maschere, pesi da sub o quanto altro possa ritenersi pericoloso ai frequentatori della piscina

 

Art. 25 E’ vietato l’ingresso in vasca con tuffi dal bordo vasca o dai blocchi di partenza che possano arrecare pericolo, danno o disturbo a sé e ai bagnanti in relazione alle caratteristiche tecniche della vasca e alle condizioni di affollamento dell’impianto.

Per i bagnanti in vasca:

  • è obbligatorio l’uso della cuffia (solo nella piscina coperta);

  • non è ammesso l’uso degli occhiali da vista o da sole se non con lenti infrangibili;

  • è proibito giocare a palla, schiamazzare, correre, spingere altre persone in acqua, scherzare grossolanamente in acqua e fuori,

  • disturbare il pubblico in qualsiasi modo. (Il personale di servizio interverrà sollecitamente contro i disturbatori, anche a seguito di segnalazione di altri bagnanti con la facoltà di espulsione dei più indisciplinati);

  • durante i temporali i bagnanti devono uscire al più presto dall'acqua;

  • è vietato effettuare immersioni in apnea;

  • è vietato immergersi in acqua se una o più parti del corpo sono asperse di oli, creme, saponi di qualsiasi tipo;

  • è vietato sputare, orinare, defecare, detergere qualsiasi ferita;

  • è raccomandato l’uso degli occhialini per chi porta lenti a contatto;

  • è obbligatori nuotare seguendo il senso antiorario delle corsie per evitare contatti con altri nuotatori che possano arrecare molestie o infortuni a sé o a terzi;

  • le persone affette da epilessia sono invitate a non bagnarsi per evitare gravi incidenti a se stessi ed agli altri bagnanti.

 

Art. 26 Nelle ore destinate al pubblico sono vietate le esercitazioni con attrezzi per pesca subacquea, apparecchi autorespiratori, pinne, ecc. Non è ammessa la pratica dell’apnea se non sotto il diretto controllo di un istruttore

 

Art. 27 Il parco annesso alla piscina comunale è al servizio della stessa ed è prevalentemente adibito a solarium.

Nell'area del parco è vietato:

  • il gioco del pallone ed a discrezione della Direzione dell'impianto altri giochi che nel momento considerato siano di turbamento;

  • effettuare pic-nic;

  • abbandonare rifiuti che devono essere collocati negli appositi contenitori;

  • estirpare fiori o danneggiare alberi

  • effettuare scavi o buche che possano arrecare pericolo agli altri frequentatori

 

Art. 28 I bagnanti e i frequentatori, sia singoli che iscritti a attività organizzate e autorizzate, devono uscire all’orario di chiusura indicato all’ingresso degli impianti. Entro trenta minuti dall’orario di chiusura dell’impianto, tutti i bagnanti e i frequentatori debbono trovarsi al di fuori dalla struttura. In caso di attività organizzate, per orario di chiusura si intende l’orario di fine prenotazione.

 

Art.  29  Codice dei FISCHI:

  • 1 fischio: richiamo all’attenzione. Invito alla calma ed alla disciplina

  • 2 fischi: persona in difficoltà. Richiesta d’aiuto ad effettuare un intervento ed invito a non intralciare i soccorsi.

  • 3 fischi: persona in grave difficoltà. Necessità di intervento immediato ed obbligo per l’utenza ad abbandonare il piano vasca

 

 

Fiorenzuola Patrimonio SRL

Amministratore Unico 

Ing. Massimo Melato

 

Fiorenzuola Patrimonio S.r.l.

via Barani • 29017 Fiorenzuola d'Arda (PC)

C.F. e P.IVA 01462260330

piscina.fiorenzuolasport@virgilio.it

 Tel: 0523 241215

© Fiorenzuola Patrimonio by Delinea - Privacy

  • Instagram
  • Twitter Social Icon
  • Facebook Basic Square